“Il ladro che studiava Spinoza”, un giallo Mondadori

Written by Foglio Spinoziano on . Posted in blog

Nel 1980 Lawrence Block pubblicò negli Stati Uniti The Burglar who studied Spinoza, da noi tradotto Il ladro che studiava Spinoza edito nella collana dei gialli Mondadori nel 1983. Il racconto è uno dei tanti della serie sul ladro gentiluomo Bernie Rhodenbarr, in cui un ladro cambia la sua losca attività aprendo una libreria di libri usati a New York per redimersi. Questo racconto è abbastanza particolare perché raramente compare Spinoza (o una sua opera) in libri commerciali o comunque in racconti leggeri. In particolare si parla di una edizione dell’Etica abbastanza rara regalata ad un ricettatore ma non è l’elemento dominante del giallo in questione, di cui ovviamente non nominiamo per correttezza verso il lettore che, di norma, non ama che sia svelato il mistero del libro. La cosa interessante è che Block sembra davvero aver letto Spinoza quando lo cita spesso nel racconto poiché il Filosofo è preso ad esempio per molte sue elucubrazioni mentali e addirittura come termine di paragone per risolvere i suoi misteri. Si parla di versioni antiche dell’Etica in piacevoli conversazioni letterarie, si parla anche di Spinoza come possibilità di citarlo in una veglia funebre, si discute di come Spinoza avrebbe considerato l’avidità nel dettaglio oppure del valore della cupidigia; insomma è davvero notevole lo sforzo che fa l’Autore nel renderlo una persona comune, un amico di cui servirsi come fonte di citazione. Il giallo Mondadori è rintracciabile solo nelle librerie dell’usato o tramite Internet.

Trackback from your site.

Leave a comment

Pagina Facebook