Rido dunque sono

Written by Foglio Spinoziano on . Posted in blog

Un libro che non può essere solo ridotto a “divertente” quanto semmai a “molto intelligente”: la filosofia attraverso le battute di spirito per riscoprire quanto i filosofi erano umani, persone come noi. Rido ergo sum di Pedro Gonzalez Calero, un giovane scrittore ultraquarantenne, ha realizzato questo libro molto interessante in cui i più famosi filosofi della storia compaiono, oltre che con le loro teorie ed idee, anche con i loro motti di spirito e battute. Molto divertenti alcune, molto profonde altre, a cominciare dalla filosofia greca, con Socrate, Platone e i sofisti per poi proseguire con Agostino e Voltaire, Pascal e Cartesio fino ai nostri giorni. Non poteva mancare neppure Spinoza il quale compare attraverso quella che è la sua battuta più famosa e cioè riguardo gli spiriti e i loro genitali, come esposta nella famosa “Lettera sugli spiriti” in risposta alla domanda di Ugo Boxel se gli spiriti fossero esistenti e come mai solo di sesso maschile. Anche Spinoza dunque era umano, secondo Calero, poiché con fare arguto risponde a Boxel se non sia il caso di vedere sotto il lenzuolo il vero sesso dei fantasmi. Che Spinoza fosse anche una persona non seria ma che si dedicasse all’arte, all’interesse per la musica e alla letteratura dei classici latini e greci è noto. Probabilmente ci saranno molti motti di Spinoza che ignoriamo ma di cui non se ne ha il bisogno per conoscerlo come il più “umano dei filosofi”.

Pedro Gonzalez Calero “Rido ergo sum” – Ponte alle Grazie, 2008 – euro 11,00

Trackback from your site.

Leave a comment

Pagina Facebook